RomanBathhouse2

Andar alle terme, in Europa, è uno stile di vita ereditato dai Romani che costruirono terme quasi ovunque, mettendole a disposizione di tutti, utilizzando la loro arte di captare, incanalare e distribuire l’acqua, sia quella potabile sia quella termale.
Per gli antichi romani i bagni alle terme non erano solo un modo per passare il tempo ma un vero e proprio rituale. Le terme pubbliche a Roma, che si ispiravano al ginnasio greco e al bagno a vapore egizio, arrivarono nel 25 a.C. portate da Agrippa anche se, già da molti anni i balneum erano molto frequentati. Le terme pubbliche furono così amate dai romani che in seguito gli imperatori fecero a gara per superare i propri predecessori nel costruire nuove terme sempre più grandi e belle. In realtà le terme non erano solo un luogo dove fare il bagno caldo ma un vero e proprio centro ricreativo e di aggregazione, all’interno vi si trovavano infatti centri sportivi, piccoli teatri, locande, ristoranti e saloni per le feste. Solitamente ogni centro termale, pur mantenendo i bagni come “attrazione” principale, offriva qualcosa di particolare ai propri ospiti: un panorama affascinante, un centro sportivo di alto livello, magnifiche librerie e molto altro ancora.

All’interno delle terme i cittadini romani seguivano un vero e proprio rituale, solitamente si iniziava con un po’ di ginnastica in palestra o comunque attività fisica all’esterno. Successivamente, dopo aver sudato ben bene, si accedeva ai bagni passando attraverso varie vasche, da quella con l’acqua più tiepida a quella più calda. Da qui si accedeva poi al tepidarium, la stanza più grande e solitamente anche più lussuosa dove si rimaneva per un’ora circa ungendosi con oli per poi passare nel calidarium. Questo era una stanza più piccola che permetteva l’accesso al laconicum, l’ultima stanza e anche la più calda e secca. La giornata alle terme però non terminava qui, una volta aperti i pori della pelle con il caldo, si passava alla pulizia del corpo e ai massaggi per poi terminare con un bagno nel frigidarium, la piscina.
Oggi i centri termali si concentrano sul benessere non solo del corpo ma anche di mente e spirito, offrendo trattamenti specifici e locali particolarissimi come le Terme Sensoriali che offrono un vero e proprio viaggio nel benessere per rigenerare i sensi, non dissimili dalle antiche Terme.
Un viaggio virtuale in cui il corpo e l’acqua termale si fondono per permettere alla mente di rilassarsi. L’alternanza dell’acqua fredda  con quella calda ridanno forza ed energia alle gambe gonfie, affaticate, riattivando la circolazione linfo-ematica e riequilibrando il tono muscolare (polpacci e gambe). La sauna ed il bagno turco permettono, agli amanti del caldo, un’immersione del corpo nel vapore solfureo (bagno turco) per purificarsi dall’interno, ed il caldo secco (sauna) ad effetto detossificante. Il viaggio si può concludere nella sala relax, con comodi lettini sui i quali il corpo rigenerato permette alla mente di rifornirsi di nuove energie, e per un piacevole “ritorno alla realtà”, nella sala relax sono sempre disponibili tisane di vari gusti utili per reintegrare i liquidi persi.

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.